"Nel giro di vent'anni sarete più dispiaciuti per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto. Quindi lanciatevi, abbiate il coraggio di levare l'ancora e avventurarvi oltre il porto sicuro. Lasciatevi guidare dal vento ed esplorate nuovi lidi" Mark Twain

1/29/2008

stato dell unione

ieri c'e stato l ultimo discorso sullo stato dell unione del presidente G.W.Bush
ero incuriosito per poter ascoltare per la prima volta questo avvenimento durato circa 1 ora. la prima cosa che mi ha colpito sono state le interruzioni che la parte repubblicana del congresso ha fatto per applaudire alzandosi in piedi, in pratica ogni 5 parole veniva interrotto il discorso. questo mi ha dato fastidio perche sta alla popolazione americana guidicare il discorso e anche perche bastava un lungo applauso finale.
passando alla mia personale analisi del discorso ho notato una forte prevalenza su discorsi militaristici e sull importanza che hanno gli stati uniti nel panorama internazionale con le loro importanti azioni per riportare la democrazia. penso che almneno per 20/30 minauti abbia parlato di questi argomenti tra cui l importanza di migliorare le agevolazioni fiscali e sociali per i veterani e per i militari in servizio.
l'attuale momento economico americano e' decisamente difficile, ci sono problemi per una economia che fa fatica a competere con sui mercati con un cambio svantaggievole con l euro e con l'alto costo del petrolio. mi aspettavo che il discorso fosse incentrato su soluzioni immediati per evitare la recessione in america poiche e' la principale preoccupazione per i cittadini.
mi auguro che il prossimo presidente chiunque sia cambi questa visione e si preoccupi di piu dei suoi connazionali invece che pensare all importanza che deve avere l' america nelle decisioni del destino del mondo

articolo sul corriere

2 commenti:

Moky ha detto...

Pluto, se questo e' il tuo "primo" state of the union, capisco il tuo shock agli applausi quasi costanti. E' normale con tutti i presidenti...dovevi esserci nel primo state of the union dopo l'11 settembre 2001... ogni 2 parole veniva interrotto... il mio primo risale a quando Clinton avevao instaurato la legge "3 strikes, you're out" per certi crimini (si rifa' al gioco del baseball, in caso quanlcuno non ti abbia gia illuminato) e anch'io ero rimasta un po' sbalordita dalle decine di standing ovation che riceveva durante il discorso. E' un'americanata, d'accordo...Ieri sera mi sono guardata Jon Stewart e Steven Colbert e mi sono fatta due risate, hanno fatto notare che sono 8 anni che Bush inizia i suoi discorsi con... "The state of the union is strong"... per forza, cos'altro puo' dire? "The state of the union sucks"? Vabbe', certo e' che meglio di vedere i vari membri del congresso sputarsi addosso, no?

Pluto ha detto...

@moky :grazie anche qua mi hanno confermato che e' una tradizione ma l ho trovata un po m eccessiva. fare paragoni con l italia e' come un rigore a porta vuota :)